Mi chiamo Mirco, ho 22 anni e attualmente sto completando il mio apprendistato come informatico di gestione.

Sono stato in quarantena dal 6 al 20 marzo perché ero entrato in contatto con qualcuno che era sospettato d’avere il Covid-19. Così mi sono dovuto isolare completamente per 2 settimane, e non mi è stato permesso di avere contatti con nessuno. Mia madre e mio fratello si sono occupati della spesa, e mi hanno portato le cose di cui avevo bisogno per questo periodo.

Fortunatamente non ho avuto nessun sintomo e sono sempre stato bene. Dopo di che ho potuto recarmi in ufficio solo 1 giorno per preparare e prendere tutto ciò di cui avevo bisogno per l'Home Office. Ora lavoro da casa nella mia stanza. Ho riordinato la mia scrivania in modo da poter lavorare comodamente.

Oltre all'Home Office, devo frequentare la scuola due volte a settimana, attualmente è previsto l'insegnamento a distanza fino all'8 giugno. Gli insegnanti ci inviano i compiti per e-mail, che dobbiamo consegnare entro la fine delle lezioni. Comunichiamo tramite Google-Meet, il docente ci invita alla conferenza per spiegare ulteriori compiti a casa ed è sempre disponibile per domande. Dal 16 marzo all'8 giugno, data prevista per la fine dell'anno scolastico, i voti che riceveremo in questo periodo non saranno validi.

Dopo il lavoro faccio qualche esercizio per restare in forma, e poi esco a parlare con i miei amici, naturalmente mantenendo una distanza minima di 2 metri tra di noi, e mai con più di 5 persone. Per noi è importante poterci mantenere in contatto, anche se non possiamo fare molto.

Per me è un po' difficile in questo momento perché ho sempre passato la maggior parte del mio tempo libero fuori, con i miei amici, al bar, o andando ad una festa nei weekend.

Non vedo l'ora che questa crisi finisca presto, e che io possa fare di nuovo qualcosa di normale.

Autore:Mirco Caruso
Team:Tecnica & Helpdesk
Data: 05.05.2020

Home-Office2_verkleinert